BMW C 650 GT: prova su strada dello scooter turistico

I puristi della moto storceranno il naso, ma lo scooter turistico tedesco ha potenza e spazio più che sufficienti per un tour. E maggiore protezione

BMW C 650 GT: lo scooteer da… stretching
E venne l’ora dello scooter. BMW debutta tra poche settimane (a metà aprile 2012) con un doppio modello: uno a vocazione sportiva (BMW C 600 Sport), l’altro turistica (BMW C 650 GT), in questo strategico segmento. Naturalmente per competere fin da subito e solo a livello premium in attesa di proporre altre novità. Con un obiettivo dichiarato e ambizioso: ampliare la quota di mercato ed incrementare del 10% a livello globale le vendite. I soli mercati Italia (“di gran lunga il più importante”, confermano i manager della casa di Monaco di Baviera), Francia e Spagna dovrebbero valere il 75% del totale.

BMW C 650 GT: forme quasi da “R”
BMW C 650 GT è uno scooter che, nelle forme, incarna i valori del marchio, richiamandosi, ad esempio alla gloriosa R, anche se gli ingegneri hanno cercato di offrire molto di più ai potenziali clienti. Malgrado questo scooter non abbia primati da offrire, i suoi ispiratori assicurano che è nell’insieme che risulta imbattibile. Ad esempio proponendo l’ABS di serie o il riscaldamento della selle e delle manopole (optional) o, sempre come accessorio, il sistema di controllo della pressione degli pneumatici (RDC). O, ancora, la particolare illuminazione diurna a Led (compreso nel pacchetto Highline) per aumentare la sicurezza.
Il comfort è notevole, ma anche sul listino non si scherza, malgrado BMW Italia sottolinei come il prezzo sia “straordinariamente competitivo”. E, a parità di contenuti, anche più basso rispetto alla concorrenza. In ogni caso si parte da 11.450 euro, messa in strada inclusa. A chi firma il contratto prima del “porte aperte”, BMW regala anche una giacca in pelle della collezione Motorrad Club Leahter.

Scooter dal motore… esplosivo
Con i suoi 175 chilometri all’ora di velocità massima non è lo scooter più veloce in circolazione, ma in fase di accelerazione i 60 cavalli si fanno sentire: nonostante i suoi 258 chilogrammi di peso (81 di propulsore) “decolla” da 0 a 100 in 7,5 secondi. Il maxi scooter turistico è spinto da un motore bicilindrico in linea da 647 centimetri cubici che assicura una coppia massima di 66 Nm a 6.000 giri. I consumi dichiarati dal costruttore sono pari a 4,4 litri per 100 chilometri ai 90 all’ora (5,6 a 120), con una sostanziale razionalità delle prestazioni dato che rientra già nei limiti Euro4 delle norme antinquinamento.

BMW C 650 GT campione di comodità
Con misure equilibrate ed una ciclistica di prim’ordine (da BMW, del resto, non ci si può aspettare niente di diverso), questo modello offre la tenuta di strada di una moto e la spaziosità e la comodità di uno scooter. Nel senso che nel vano sottosella (all’interno del quale c’è pure la luce di cortesia) c’è spazio per due caschi integrali. Ma soprattutto nel senso che il generoso passo di 1,591 metri consente di allungare le gambe tanto da fare persino stretching, anche grazie alla particolare configurazione della sella, proposta con una sorta di piccolo schienale. Decisamente “risposante” è anche la soluzione meccanica che attiva automaticamente il freno di stazionamento non appena si piazza BMW C 650 GT sul cavalletto laterale. Il parabrezza è gestibile elettronicamente con un pulsante sul lato sinistro del manubrio. Ai lati dello scooter sono stati ricavati due funzionali vani “portaguanti” per i quali scatta una sorta di chiusura centralizzata e nei quali si possono stivare altri oggetti.

BMW C 650 GT su strada
Le misure prima di tutto. I 258 chilogrammi di peso quasi non si avvertono. Al contrario, almeno per gli umani normali (almeno in Italia), questo scooter dà la sensazione di essere un po’ alto, anche se la seduta è ad appena 78 centimetri da terra. L’agilità, tuttavia, non ne risente perché Bmw C 650 GT è uno scooter molto equilibrato, facile da amministrare. Ed il prolungato giro nelle trafficate strade di Madrid lo conferma. In autostrada, ai 120 all’ora (velocità massima consentita) è assolutamente stabile. E anche quando si superano i 140 la regolarità della marcia resta assoluta. Lungo il tracciato sinuoso che si addentra verso i grandi bacini artificiali di El Atazar e di Pedrezuela, Bmw C 650 GT conferma la sua flessibilità, adattandosi alle esigenze di una vera “turistica”. Questo modello maneggevole ha un impianto frenante adeguato alla cavalleria (ed al nome del marchio).

Lo spazio per le gambe è impressionante, tanto che su percorsi più lunghi e poco impegnativi ci si può veramente permettere di fare… stretching. Il quadro comandi è chiaro e si interpreta agilmente, così come è semplice posizionare lo scooter sul cavalletto.
Il parabrezza mobile si comanda con un pulsante: ha un “gioco” di 10 centimetri e quando garantisce la massima protezione, penalizza tuttavia un po’ la visibilità arrivando giusto all’altezza degli occhi. Nemmeno i pur aerodinamici specchietti sono il massimo da questo punto di vista. Assolutamente ineccepibile, invece, l’impianto frenante (montato su una ruota anteriore a cinque raggi in lega leggera da 3,5 x 15 pollici ed una posteriore da 4,5 x 15): con il suo ABS di serie il doppio disco davanti e quello singolo dietro, risponde perfettamente alle esigenze del pilota.

Paradossalmente, viaggiando sul sedile del passeggero (comodissimo pure quello), si avverte come l’accelerazione – uno dei punti di forza – renda questo scooter un veicolo da guidare con attenzione e rispetto. E, almeno fino a quando non si ha preso la giusta confidenza, prudenza nel dare gas. Lo spunto trasmesso a terra è talmente forte che non ci si possono concedere distrazioni. Sempre da passeggero, ad esempio, l’eventuale bauletto quale schienale risulterebbe estremamente rassicurante. Molto gratificante, soprattutto con temperature tutt’altro che primaverili, il tepore assicurato dal riscaldamento delle manopole e della sella (uno speciale comando consente di attivare anche quello riservato al passeggero) che permette di scegliere fra tre livelli di calore.

Tag:

- Autore Infomotori

ADV e News che potrebbero interessarti: