BMW R nineT Scrambler 2016

EICMA 2015 ha visto riconfermato a gran voce il ritorno delle Scrambler tra le moto di produzione. BMW, dopo aver raccolto numerosi successi con la R nineT, ha deciso di proporre la classica Boxer in ottica Scrambler. La moto ha linee pulite e materiali pregiati, e la Casa dell’Elica ha lavorato per dare la massima possibilità di personalizzazione.

La Casa dell’Elica ha sempre suscitato, nel mondo dei preparatori, un certo interesse. La nuova BMW R nineT Scrambler 2016 nasce quindi dopo essere stata chiamata a gran voce, e sulla scia dell’impennata delle classiche, BMW è riuscita a consegnare un prodotto ben fatto e studiato nei dettagli.

La moto infatti ha tutto al posto giusto ed il generoso Boxer raffreddato ad aria ed olio rende la moto riconoscibile a colpo d’occhio. Il bicilindrico della nineT Scrambler misura 11.170cc, e riesce ad erogare 110CV a 7.750 giri e 116Nm di coppia a 6.000 giri. La struttura poi, tipica di BMW, permette di mantenere basso il baricentro della moto, a tutto favore della stabilità e della maneggevolezza.

Il telaio, in questa Scrambler, è fatto si che la sella del passeggero diventi staccabile, a permettere numerose possibilità di personalizzazione. è questo, infatti, uno dei punti cardine della R nineT Scrambler, che con un’enorme gamma di accessori, permette di rendere la moto sempre un po’ più come la vogliamo.

All anteriore c’è una forcella tradizionale (difficile usare il Telelever su di una classic) mentre al posteriore c’è il sistema Paralever per ammortizzare al meglio le asperità dell’asfalto. Molto bello lo scarico, doppio, un mortaio che sale stretto sul lato della moto e sembra voler sparare verso il cielo. Una moto sicuramente molto versatile, capace di svicolare in città senza problemi e ­magari con qualche accessorio­ anche lunghi tragitti.

- Autore Cosimo Curatola

ADV e News che potrebbero interessarti: