Honda 150i ABS

ABS e Start&Stop sono le novità per il nuovo scooter Honda, disponibile sul mercato italiano dall'1 ottobre al prezzo di 3.400 euro. La sua produzione confermata nello stabilimento di Honda Italia ad Atessa

Nuovo Honda SH 150i ABS
Design completamente rinnovato, nuovo  motore “eSP” dai consumi più efficienti del 25% funzione Start&Stop, sistema frenante a disco con ABS a due canali di serie, vano sottosella in grado di ospitare un casco integrale, nuove ruote da 16 pollici in alluminio a dieci razze, pedana piatta ancora più estesa, equipaggiamento di serie completo con bauletto, parabrezza e paramani. Sono queste le novità che caratterizzano il nuovo scooter Honda SH 150i ABS che, insieme al fratello minora da 125 cc, è stato venduto in oltre 300.000 unità dal 2001 ad oggi.
Il nuovo scooter a ruota alta Honda SH 150i ABS è in vendita al prezzo di 3.400 euro a partire dall’1 ottobre 2012.
La produzione viene confermata presso lo stabilimento Honda di Atessa (CH) in Italia.

Design del nuovo scooter Honda SH 150i ABS
“Bellezza funzionale = Forma comoda e a misura d’uomo”
è stato il principio guida seguito dai tecnici Honda per rinnovare lo scooter SH 150i ABS. In altre parole, un nuovo scooter bello e al tempo stesso pratico, che mantiene i tratti distintivi della celebre serie SH.
La protezione ed il comfort per il guidatore sono assicurati dallo scudo anteriore mentre la pedana piatta offre spazio a gambe e piedi. Si è pensato anche al passeggero con comode pedane poggiapiedi ritraibili in alluminio che forniscono un appoggio stabile in tutte le condizioni, soprattutto in frenata.
L’altezza della sella da terra è di 799 mm e consente di controllare senza affanni l’SH 150i ABS. La sella è piatta, lunga, con una forma perfettamente sagomata, grazie anche alla pedana piatta snella ai lati, consente a piloti di tutte le stature di appoggiare facilmente i piedi al suolo.
Sebbene Honda SH 150i ABS abbia la classica linea elegante di uno scooter ruote alte, la vista frontale è caratterizzata da un gruppo ottico a 4 elementi dal look grintoso e compatto. Inoltre il posizionamento del radiatore a fianco del motore, invece che sul frontale, ha permesso al team di progettazione di sagomare le superfici in maniera più accattivante.
La luce di stop centrale posteriore, con le luci di posizione sdoppiate, conferisce carattere al look e migliora la visibilità per chi segue.
Un utile vano portaoggetti, celatosul lato sinistro del retroscudo, insieme ad un praticissimo gancio a cui fissare la borsa per una maggiore sicurezza in movimento, contribuiscono alla funzionalità dello scooter ruote alte SH 150i ABS.
Ridisegnata anche la strumentazione: l’ago del tachimetro, composto da un ampio quadrante, compie un giro completo al momento in cui si gira la chiave (effetto Wow). Due indicatori analogici simmetrici sono ben visibili ai lati del quadrante centrale per tenere sotto controllo il livello del carburante e la temperatura di esercizio,.
Due ganci portacasco sono posizionati su entrambi i lati della parte anteriore del vano sottosella, che può ora ospitare un casco integrale mentre il bauletto è di serie.
Quattro i colori disponibili: Moondust Silver Metallic; Pearl Sienna Red; Pearl Cool White e Pearl Nightstar Black.
Il nuovo 150i ABS è offerto di serie con componenti disegnati e progettati appositamente per questo modello. L’elenco comprende bauletto posteriore in tinta con la carrozzeria E parabrezza e set paramani in policarbonato ultra resistente e indeformabile. Sono inoltre presenti entrambi i cavalletti, centrale e laterale, per operazioni di parcheggio sempre stabili e facili su qualsiasi superficie.

Ciclistica di Honda SH 150i ABS
Il telaio tubolare in acciaio ad alta resistenza è stato interamente riprogettato per permettere al vano sottosella di contenere un casco integrale.
Il pesso della struttura è stato ridotto di 1 kg: è stata mantenuta la struttura monoculla sdoppiata e rinforzata nella parte inferiore ma ora è unito direttamente alla porzione posteriore e rinforzato da una triangolazione trasversale arcuata ultraresistente ma sottile, che sostituisce i precedenti fazzoletti di rinforzo. Questa soluzione permette di migliorare la già ottima rigidità del telaio e al contempo di ridurre di 1kg il peso della struttura nel suo complesso.
I cerchi sono sempre da 16” in alluminio pressofuso con pneumatici senza camera d’aria, ma ora sono più leggeri e accattivanti grazie al nuovo design a 10 razze (invece dei precedenti a 5 razze).
Il precarico molla degli ammortizzatori posteriori ora si regola in cinque posizioni (tre nel modello precedente), offrendo così al conducente una gamma di opzioni per l’assetto più estesa, soprattutto in presenza di un passeggero. All’avantreno, la forcella telescopica con corsa di 100 mm è in grado di assorbire anche le imperfezioni dell’asfalto più dure, assicurano un’eccellente tenuta di strada e una guida agile ma sicura.
Il nuovo impianto frenante con disco anteriore e posteriore da 240 mm si avvale del sistema ABS a due canali di serie che migliora drasticamente la sicurezza di guida.
Il peso in ordine di marcia e con il pieno di benzina è di 135 kg.

Motore di Honda SH 150i ABS
Il nuovo motore è un monocilindrico a quattro tempi di ultima generazione, con distribuzione a due valvole e raffreddamento a liquido di 153 cm3.
Affidabilità, compattezza, tecnologia, economia di costruzione, silenziosità, consumi ridotti e prestazioni sono state le linee guida seguite dagli ingegneri del team Honda per lo sviluppo del nuovo motore, secondo il principio della centralizzazione delle masse. Così il radiatore invece che essere montato nella parte anteriore del veicolo è stato integrato al layout del motore stesso realizzando una configurazione ancora più equilibrata, efficiente e alleggerendo di 1 chilo il peso del motore. L’alternatore elettronico ACG non genera soltanto elettricità ma funziona anche da avviamento, ponendo fine ai convenzionali e rumorosi motorini di avviamento con ingranaggi. Questa soluzione e le dimensioni compatte dell’insieme hanno determinato una riduzione netta del 20% dei componenti impiegati, portando quindi a un apprezzabile risparmio sul peso.
Lo Start&Stop (disattivabile con apposito tasto sulla parte destra del manubrio) è una tecnologia chiave per il risparmio di benzina e il rispetto dell’ambiente. Il motore si arresta automaticamente dopo tre secondi di funzionamento al minimo (come avviene spesso in città, ad esempio ai semafori) e si riaccende non appena si ruota la manopola del gas.
L’autonomia tra un rifornimento e l’altro è di oltre 300 km che possono diventare più di 450 km a velocità costante di 50 km/h per un consumo medio di 43,8 l/100 km, nel ciclo medio WMTC.

- Autore Infomotori

ADV e News che potrebbero interessarti: