Honda Crosstourer 2016: Euro4, prestazioni e godibilità. Dati e Scheda tecnica

L'amatissima Honda Crosstourer, presentata nel 2012, si rinnova per andare incontro ai tanti appassionati. Il brillante V4 da 1.237cc raggiunge l'omologazione Euro4 e numerosi aggiornamenti sia elettronici che di allestimento. Disponibile anche nella Travel Edition, più avventuriera e completa.

La Casa dell’Ala rinnova la propria gamma per il 2016, a partire dalla Honda Crosstourer. Il modello nasce nel 2012, riscuotendo da subito un enorme successo conquistato grazie alle prestazioni eclatanti ed un motore affidabile, capace di stupire nel misto e nei lunghi tratti guidati. Si parla infatti del celebre V4 di 1.237cc, ereditato dalla VFR1200R ed aggiornato a dovere.

La Honda Crosstourer 2016 ora è Euro4, e presenta numerose migliorie che vanno dall’elettronica alla dotazione. Parte della tecnologia infatti è presa dalla nuova CRF 1000L Africa Twin, ed è possibile avere la moto in configurazione DCT (Dual Clutch Trasmission) con cambio sequenziale automatico.

Il controllo di trazione (HSTC) è di serie ed impostabile su tre diversi livelli d’intervento, mentre la sicurezza è sotto controllo con il sistema di frenata combinata C-ABS. Gli indicatori di direzione si disattivano automaticamente, mentre l’acceleratore è un elettronico Ride by Wire. 


Ma partiamo dal motore. 
Il V4 mantiene la cubatura di 1.237cc, ma è tutto nuovo. Le due bancate di cilindri hanno un angolo di 76° tra loro, per eliminare le vibrazioni del motore con gli scoppi irregolari. La coppia prodotta è sostanziosa, forte, capace di portare fuori dalle curve senza esitazioni: sono 126Nm di coppia massima già a 6.500 giri, mentre a 7.750 giri vengono erogati quasi 130CV. Una spinta così poderosa è anche merito dell’iniezione elettronica Honda PGM-FI con sistema ride by wire, che permette una risposta immediata dell’erogazione. 

La versione DCT- Double Clutch Trasmission
Il cambio a doppia frizione di Honda, automatico, ha riscosso moltissimo successo. Ecco perché è stato montato sulla nuova Honda Crossrunner 2016, con numerose migliorie che non fanno rimpiangere la classica leva. 
A doppia frizione perché una è dedicata a 3 rapporti (la 1°, la 3° e la 5° marcia), mentre la seconda frizione funziona con le altre 3 marce. In questo modo, si può cambiare rapporto senza interrompere l’erogazione, rendendo la moto fluida e meno nervosa. Il DCT è settabile in manuale (MT) con cui si cambia con le palette sul blocchetto della strumentazione, al pari di un’auto, oppure in Automatico. Quest’ultima modalità, che Honda ha sviluppato a lungo, permette quattro tipi diversi di gestione: Drive (D) e tre livelli diversi di Sport (S1, S2 ed S3) a seconda della reattività che si richiede alla propria moto.

Ovviamente, con la S3 le marce sono più “tirate” e le scalate anticipate rispetto ad S2 ed S1. Interessante anche il sistema elettronico che riconosce il livello di pendenza, in modo da gestire la giusta marcia in salita ed un buon livello di freno a motore in discesa. 


Ciclistica e Design
La nuova Honda Crosstourer 2016 vantava già una grandissima stabilità, cosa che almeno col vecchio modello rendeva quasi impossibile la caduta. La sella, a 850mm da terra, non è bassissima, ma è alla giusta altezza per chi vuole affrontare la strada con comodità e senza stancarsi. Molto belli i cerchi a raggi tangenziali, a suggerire l’uso fuoristradistico al pari dei pneumatici da 110/80 all’anteriore e 150/70 al posteriore.
Sospensioni regolabili in precarico ed estensione, composte da una forcella con steli rovesciati da 43mm ed un monoammortizzatore Pro-Link completamente regolabile. 
Tra le dotazioni tecniche, troviamo la presa da 12V di serie ed un cupolino regolabile e la nuova colorazione scelta per la Honda Crosstourer 2016 è la Candy Prominence Red. Oltre alla versione se così si può dire base, è disponibile anche l’allestimento Travel Edition con i seguenti accessori: 
Top box (può contenere un casco integrale)
– Valigie laterali da 35 litri (dx) e 39 litri (sx)
– Cavalletto centrale
– Barre tubolari antiurto in alluminio
– Faretti fendinebbia a LED
Di seguito invece, trovate la scheda tecnica completa della nuova Honda Crosstourer 2016

PROPULSORE
 
Tipo
4 cilindri a V di 76°, 16 valvole Unicam, raffreddato a liquido
Cilindrata
1.237 cc
Alesaggio x corsa
81 x 60 mm
Rapporto di compressione
12:1
Potenza massima
95 kW (129 CV) / 7.750 giri/min
Coppia massima
126 Nm / 6.500 giri/min
ALIMENTAZIONE
 
Tipo
Iniezione elettronica PGM-FI
Capacità serbatoio carburante
21,5 l (compresa riserva)
Consumi (ciclo medio WMTC)
16,1 km/l (vers. DCT: 16,7 km/l)
IMPIANTO ELETTRICO
 
Avviamento
Elettrico
Capacità batteria
12 V / 11.2 Ah (YTZ14S)
TRASMISSIONE
 
Frizione
Multidisco in bagno d’olio 
(vers. DCT: doppia, multidisco in bagno d’olio)
Tipo di cambio
A 6 marce
Trasmissione finale
A cardano, del tipo a pivot disassato
TELAIO
 
Configurazione
A diamante; doppia trave in alluminio pressofuso
 
CICLISTICA
 
(L´L´A) Dimensioni
2.285 x 915 x 1.460 mm
Interasse
1.595 mm
Inclinazione cannotto di sterzo
28°
Avancorsa
107 mm
Altezza della sella
850 mm
Altezza da terra
180 mm
Peso in o.d.m. con il pieno
277 kg (vers. DCT: 287 kg)
SOSPENSIONI
 
Anteriore
Forcella rovesciata da 43 mm, regolabile nel precarico molle ed estensione
Posteriore
Ammortizzatore caricato a gas con Pro‑Link, regolazione remota del precarico, regolabile in estensione.

RUOTE
 
Anteriore
A raggi tangenziali, tubeless
Posteriore
A raggi tangenziali, tubeless
CERCHI
 
Anteriore
19M/C x MT2.50
Posteriore
17M/C x MT4.00
PNEUMATICI
 
Anteriore
110/80-R19
Posteriore
150/70-R17
FRENI
Tipo
Con C-ABS
Anteriore
Doppio disco flottante da 310 mm
Posteriore
Disco singolo da 276 mm

STRUMENTAZIONE E LUCI
 
Strumentazione
LCD, indicatore livello carburante, temperatura motore, contagiri a barre, contachilometri totale e doppio parziale, trip computer, indicatore marcia inserita, orologio, modalità cambio DCT in uso (versione DCT).

Luminosità retroilluminazione regolabile

Faro anteriore
55W x 1 (Abbagliante ) / 55W x 1 (Anabbagliante)
Faro posteriore
LED
Indicatori di direzione
LED

- Autore Cosimo Curatola

ADV e News che potrebbero interessarti: