Lorenzo Savadori ed Aprilia campioni del mondo Superstock 1000

un sogno durato a lungo quello di Lorenzo Savadori, avveratosi nel Gran Premio di Francia a Magny-Cours dove il neo campione del mondo ha ottenuto un ottavo posto che gli è valso il titolo. Speriamo di vedere presto Lorenzo in sella all'Aprilia RSV4 RF della classe Superbike.

Il mondiale va ad Aprilia, sia per quanto riguarda il campionato piloti che quello costruttori. Il Team Nuova M2 Racing infatti ha visto trionfare il proprio pilota Lorenzo Savadori, in sella all’Aprilia RSV4 RF nel mondiale Superstock 1000. Savadori aveva già tentato l’assalto al titolo l’anno scorso, beffato però all’ultima gara proprio nel tracciato francese di Magny-Cours. Questa volta Lorenzo ha fatto due conti, si è risparmiato, ed ha conquistato il titolo con un ottavo posto dietro ai principali rivali del campionato.

Importante anche il contributo dei compagni di squadra Kevin Calia ed Alessandro Andreozzi, che spingono la loro Nuova M2 Racing Aprilia in alto alla classifica per aiutare il compagno di squadra e conquistare il titolo costruttori. Una strategia che paga quella di Savadori, calcolata insieme al team già dal via come spiega nell’intervista:

“Oggi ero concentrato esclusivamente sull’obbiettivo. La mia tattica in gara era quella di cercare di partire bene per fare forte i primi giri e cercare di sgranare il gruppo. A metà gara avevamo deciso che mi sarei potuto accontentare di una posizione più di confort, lontano dalla battaglia per la vittoria. A me non interessava vincere la gara anche se il mio passo mi avrebbe potuto permettere di lottare per la vittoria. Sono veramente eccitato nell’essere riuscito a portare a casa questo risultato che ripaga il team, Aprilia Racing, tutto il mio staff , i miei sponsor e la clinica mobile dei grandi sforzi che hanno fatto. Li voglio ringraziare tutti veramente di cuore. Grazie veramente a tutte le persone che mi sono state vicine in questa stagione importantissima”. 

Speriamo, com’è possibile, di vedere il pilota romagnolo schierato da Romano Albesiano sull’Aprilia RSV4 che corre in Superbike: tra le derivate c’è bisogno di nuove leve. 

- Autore Cosimo Curatola

ADV e News che potrebbero interessarti: