Moto Guzzi V9 Bobber e V9 Roamer 2016

la Casa di Mandello di Lario ha portato ad EICMA 2015 due nuove moto, entrambe equipaggiate con il nuove bicilindrico V9 ma sostanzialmente diverse l'una dall'altra. Design inedito e trasmissione cardanica sono alcuni delle peculiarità dei due modelli.

Ad EICMA 2015 Moto Guzzi presenta diverse novità dopo il completo rinnovamento della sede centrale di Mandello di Lario, volto a riportare in alto il marchio dell’Aquila, forse un po’ trascurato negli ultimi anni. La novità principale è il nuovo propulsore bicilindrico V9 da 850cc, con cui sono state equipaggiate la Moto Guzzi V9 Bobber e la sorella V9 Roamer. Vediamo come si presentano nel dettaglio: 

Il bicilindrico V9 è tutto nuovo. 
La Casa dell’Aquila ha voluto sottolineare, durante la presentazione, quanto questo propulsore sia diverso dal V7 che al momento equipaggia le moto “piccole” della famiglia. Il motore è infatti un bicilindrico a V 90° di 850cc, con due valvole ed un’erogazione di 55CV e 62Nm di coppia, già a 3.000 giri. Un motore quindi per spingere subito forte, senza richiedere un utilizzo sfrenato del cambio. 

Moto Guzzi V9 Bobber

La Bobber si ispira alla tradizione americana, monta ruote grosse ma allo stesso tempo si presenta leggera e particolarmente curata nei dettagli. Le finiture infatti sono uno dei capisaldi di questa nuova V9 Bobber, con i suoi retrovisori bar-end cromati ed il telaio con le saldature a vista.

Belli anche collettori (con paracalore) e sospensione posteriore, mentre la forcella anteriore appare un filo leggera. Tra le dotazioni, troviamo l’ABS di serie ed il Traction Control su più livelli (disinseribile), oltre ad una presa USB per ricaricare lo smartphone. In ogni caso, Moto Guzzi ha assicurato che il progetto Garage, per personalizzare la V7, verrà ampliato anche sulla gamma V9, per permettere a tutti gli appassionati di creare la propria moto dei sogni. 

Moto Guzzi V9 Roamer 

La Roamer, nonostante condivida il propulsore V9 con la sorella, è piuttosto diversa. La verniciatura gialla e le numerose cromature, come quelle su scarico ed ammortizzatore, le danno un carattere più tradizionale. Le ruote sono più proporzionate, ed il serbatoio squadrato insieme al faro tondo siglano l’appartenenza alla stirpe delle Guzzi.

La V9 Roamer si identifica come una moto facile e divertente, che non disdegna qualche viaggio a  patto che si sappia rinunciare alle alte velocità. Interessante il comparto elettronico, che prevede anche qui ABS e Traction Control disinseribile ed a più livelli, oltre alla presa USB. 

- Autore Infomotori

ADV e News che potrebbero interessarti: