MotoGP, Aprilia e Melandri divorziano ufficialmente

In molti se lo auspicavano, altri non hanno detto nulla per non essere pesanti con un pilota che al motociclismo ha dato e può dare molto. Ora però è ufficiale, dopo 8 GP chiusi costantemente in ultima posizione, Marco Melandri ed Aprilia hanno deciso di recidere il contratto con effetto immediato

Marco Meandri e l’avventura con Aprilia, diventata ormai frustrante per entrambe le parti, ha finalmente raggiunto il punto di rottura. Già dal gran premio del Sachsenring, Melandri non correrà più per la Casa di Noale, che è già alla ricerca di un sostituto che chiuda il campionato.

Aprilia ha ufficializzato la notizia indicando che si tratta di un accordo preso da ambe le parti senza risentimento. Era da mesi che Marco, sfogandosi sui social network e non riuscendo a migliorarsi in gara, continuava a parlare di un rientro alla SBK. 

Ad attenderlo pare che ci sia la Yamaha con la nuova YZF-R1 e determinata a tornare tra le derivate di serie per scalare le classifiche. La verità su quello che non ha funzionato tra le due parti è, probabilmente, da imputare al pilota quanto alla casa: Marco era in un momento di massima espressione nel campionato SBK ed è stato portato via di controvoglia mentre Aprilia gli ha preparato una moto non all’altezza, tuttavia una volta accettato Marco avrebbe dovuto crederci un po’di più, anche quando i tempi sono cupi.

Quello che è giusto, però, è la decisione di sospendere questo calvario. Non era possibile assistere alle gare e, puntualmente, vedere il ravennate staccato di diversi minuti. Non ci resta che sperare che Melandri riesca a trovare un team in Superbike e che Aprilia recluti il pilota giusto perché, per entrambe le parti, le capacità per fare meglio di tutti gli alti ci sono sempre state. 

- Autore Infomotori

ADV e News che potrebbero interessarti: