Aprilia Dorsoduro 1200

La nuova supermotard derivata dalla versione 750, monta un motore bicilindrico a V90 da 130 CV. Massima personalizzazione della guida grazie al Ride by Wire a tre mappature

Aprilia Dorsoduro 1200 in sintesi
Aprilia Dorsoduro 1200 nasce dall’evoluzione della prima versione, quella 750 che ha sorpreso per potenza e massima manovrabilità. Questa volta a Noale superano il litro di cilindrata, mentenendo quelle caratteristiche che la rendono unica, come la tecnologia “Ride by Wire” e le tra mappature per la gestione dell’erogazione della potenza (130CV massima).
La DD 1200 non si pone alcun compromesso per garantire il puro divertimento di guida. Una motard bicilindrica elitaria, potentissima estremamente agile e performante, nata per appagare i piloti piu’ smaliziati che da una moto esigono solo il meglio. Inoltre e’ disponibile anche con Abs e ATC-Aprilia Traction Control.

Il motore della Aprilia DD
Dorsoduro 1200 è la nuova maxi motard di riferimento. Spinta da un bicilindrico a V di 90° che eroga ben 130CV a 8.700 giri/minuto, 115 Nm a 7.200 giri in grado di portare la moto, per i piloti più esperti e smaliziati, ad un puro divertimento di guida.
La tecnologia è quella che contraddistingue anche la più piccola 750: accelerazione con sistema “Ride by Wire” ed una tripla mappatura per ottimizzare l’erogazione dell’esuberante cavalleria in base alle condizioni dell’asfalto e all’esperienza di guida. Il pilota non deve far altro che chiudere il gas e, solamente premendo un pulsante, può decidere che tipo di configurazione utilizzare.
Sport: esagerata, per quando ci si vuole mettere alla prova con l’esuberanza di un’erogazione pronta e diretta.
Touring: levigata, per sfruttare in ogni occasione la potenza da brivido del motore da 1200 cc.
Rain: calibrata, con una potenza tagliata su misura a 100 CV per divertirsi anche in condizioni di aderenza non ottimale o asfalto bagnato.
Inoltre la DD 1200 è l’unica maxi-motard presente sul mercato equipaggiata con controllo di trazione: l’Aprilia Traction Control (ATC) è un sistema associato al sofisticato sistema ABS che permette di usufruire sempre delle migliori performance dell’esuberante motore da 1200 cc.
Quando è inserito, questo dispositivo offre infatti 3 livelli di controllo che personalizzano ogni parametro del comportamento della moto sulla base delle esigenze del pilota:
Livello 1: per una guida estrema, tutta divertimento ed adrenalina, senza preoccuparsi troppo di gestire l’incredibile potenza del motore.
Livello 2: per gestire la moto su qualsiasi percorso, ottenendo sempre il massimo delle emozioni.
Livello 3: ideale per affrontare le situazioni più difficili, come ad esempio i fondi sdrucciolevoli, con un grip non eccezionale.

Maneggevolezza e sportività, anche nel design
Aprilia Dorsoduro 1200 prende il meglio delle sportive e il meglio delle Supermoto per dare il massimo piacere di guida e divertimento.
La mascherina e i paramani esaltano le caratteristiche di protezione aerodinamica di una moto che non è solo agile tra le curve ma vanta prestazioni velocistiche di tutto rilievo.
Le sovrastrutture sono ridotte al minimo indispensabile; come sulle moto da gara, per renderla leggera e maneggevole, in pieno spirito motardistico.

Il telaio a traliccio della Aprilia Dorsoduro 1200
Il telaio di tipo misto, realizzato unendo un robusto traliccio in acciaio con piastre laterali in alluminio ben noto agli appassionati e agli esperti del settore si affianca ad un reggisella in alluminio che contribuisce ad alleggerire la moto.
Il posizionamento laterale e molto inclinato dell’ammortizzatore è il frutto di scelte tecniche precise e maturate dopo aver provato svariate configurazioni differenti. Grazie a questa soluzione, infatti, si è reso disponibile spazio prezioso per i voluminosi collettori di scarico necessari per far rendere al meglio il motore da 1.200 cc. In questo modo si è ottenuta una conformazione ottimale dei collettori di scarico senza incidere pesantemente sulla lunghezza della moto e senza andare a sollecitare termicamente un elemento fondamentale per la guida come l’ammortizzatore.

Sospensioni e freni: tecnologia racing
La forcella a steli rovesciati Sachs da 43 mm con piedini fusi in conchiglia è regolabile nel precarico molla e nel freno idraulico in compressione ed estensione. Si tratta di un’unità molto sofisticata che, oltre ad essere regolabile in ogni direzione, offre una scorrevolezza da riferimento e un’escursione (160 mm) perfettamente in linea con la filosofia delle supermoto.
L’ammortizzatore laterale Sachs a gas con serbatoio separato è infulcrato direttamente al forcellone secondo lo schema cantilever ed è regolabile nel precarico molla e nell’idraulica sia in compressione sia in estensione. Una unità che consente ai piloti più esperti di ottenere il massimo delle prestazioni dalla moto, anche in circuito.
Anche i freni sono derivati dall’esperienza racing nel campionato supermoto: l’impianto anteriore sfrutta pinze radiali Brembo a 4 pistoncini che agiscono su dischi flottanti da 320 mm.  Anche il disco posteriore da 240 mm è frenato da una pinza Brembo a singolo pistoncino.
Dorsoduro 1200 è disponibile anche con ABS a due canali disinseribile dall’utente comodamente dal cruscotto. Si tratta di un ABS con taratura particolare, che su asciutto consente di sfruttare al massimo la potenza frenante disponibile e il grip degli pneumatici lasciando quindi intatto il grande divertimento di guida di questa autentica “fun bike”.

Colori e prezzi della Aprilia Dorsoduro 1200
Dorsoduro 1200 è offerta in due colorazioni che esaltano le linee di questa nuova potentissima motard e tutta la raffinatezza dei dettagli tecnici del veicolo: Bianco Glam e Nero Competition.
Il prezzo è di 12.490 euro.

- Autore Infomotori

ADV e News che potrebbero interessarti: