I 10 motivi per cui la moto non parte

A volte un giro in moto finisce ancora prima di cominciare, con vari spergiuri sulla vostra povera prediletta che spesso non ne ha colpa. Se siete nel garage di casa vostra è un conto, ma a volta ci si ritrova lontani con la moto che non ne vuole sapere di ripartire. Ma a volte la soluzione è più facile del previsto: ecco i 10 motivi per cui la moto non parte

Dopo anni di disavventure, più o meno gravi, abbiamo deciso di scrivervi un elenco dei 10 motivi per cui una moto non si accende. Spesso il problema è meno grave di quello che sembra, anche se col senno di poi siamo un po’tutti dei grandi meccanici. Capita di rimanere anche delle ore nel bel mezzo di niente, spergiurando contro la povera prediletta e provandole tutte e magari piove pure. Beh, nel 90% dei casi il problema per cui una moto non si accende è uno di questi dieci: 

1. Il Pulsante rosso
: Non è quello che lancia un razzo per distruggere una civiltà, è più che altro quello che vi distrugge un pomeriggio in moto. Lo switch, soprattutto se non si è abituati ad usarlo, può a volte trovarsi attivo. In questo caso, la moto ha tutte le spie funzionanti ma il motorino d’avviamento non accenna a muoversi. È un po’ come scoprire che la televisione non funziona perché la spina è staccata, ma capita a tutti…o almeno a noi è capitato

2. Il Cavalletto
: la lista di chi si è fatto male -o peggio- in moto conta, anzi contava, moltissimi motociclisti che partivano col cavalletto abbassato. Alla prima curva a sinistra c’è la caduta, quasi sintomatica. Ora quindi, molte moto si spengono automaticamente quando si abbassa il cavalletto e, manco a farlo apposta, non si accendono più se non lo si toglie prima di partire. Come sopra quindi, non è un difetto della moto ma una distrazione del pilota; se le luci e tutto il resto funzionano come da copione ma premendo lo starter non succede nulla, quasi sempre è la moto che cerca di aiutarvi a non farvi male. 

3.L’aria aperta
: Si, portare la moto all’aria aperta rischia di comprometterne l’accensione, c’è poco da fare. Accendetela solo in casa! Seriamente, sulle moto che hanno la leva dell’aria è possibile che questa sia rimasta aperta, ingolfando il motore che non riesce a pescare come dovrebbe la benzina.  
In questo caso, l’impossibilità a partire arriva pian piano, ma basta chiudere la leva dell’aria ed aspettare un po’.

4. Moto Soffocata
: Si, per far partire la moto bisogna essere all’aria aperta, accendetela solo nei parchi! Questa era di difficile previsione, ma la verità è che può darsi che l‘airbox sia intasato e quindi esattamente al contrario del caso sopra alla moto manca l’aria e non riesce a partire. Ma la vostra prediletta potrebbe soffocare anche se si fosse intasata la marmitta, della serie banana nello scarico. 

5. La Marcia e la frizione: A volte non parte e basta, altre non parte perchè non avete tirato la frizione mentre premete sullo starter. Altre ancora, la moto non parte se non siete in folle.  Altre ancora, bisogna tirare anche il freno anteriore, di solito sugli scooter. Anche qui, una volta scoperto l’arcano ringraziate il costruttore che ha pensato proprio a voi quando ha progettato la moto!

6. Batteria scarica:
Magari durante l’inverno non avete staccato uno dei connettori, oppure si è semplicemente scaricata perché era davvero vecchia. In alcuni casi, la batteria finisce la propria vita e non è più possibile ricaricarla. Per sapere se è proprio colpa sua, fate ponte. Magari con un’altra moto, in modo da non fare un pasticcio con le tensioni ma se siete in un’emergenza è chiaro che anche il maggiolone dello zio va bene. 

7. La Candela:
si, accendete un cero alla m..oto, perchè quello veccjop si è bruciato. La candela si brucia per diversi motivi, magari avete una carburazione troppo magra (o anche troppo grassa), magari è troppo distanziata e non riesce a scoccare la proverbiale scintilla oppure, semplicemente, ha finito di servirvi. Le candele per fortuna costano poco, poteva andare peggio. 

8. Il Peggio
: ecco come poteva andare, avete grippato. Succede se il motore non è ben lubrificato, ma -purtroppo- di solito ce ne si accorge. Magari però vi è sfuggito ed in questo caso dovrete portare la moto dal vostro meccanico e pagare per la sistemazione del cilindro o addirittura un motore nuovo. Ma non è detto che sia questo il problema, scrivere “sapere se ho grippato” su google è un po’ come scrivere “febbre, mal di testa e dolori” e leggere che siamo vittima di una rara malattia tropicale, ovviamente inguaribile

9. La Batteria
: si, d’accordo, l’abbiamo già detto. Ma a volte, anche controllando la tensione della stessa, può capitare che la batteria sia carica ma la colpa rimanga sua. Raramente, ma può succedere che non sia ben fissata alla moto: se il + ed il – non sono perfettamente agganciati alla vostra prediletta, la moto potrebbe spegnersi da un momento all’altro. 

10. La Benzina: ma si che c’è, cel’ho messa prima. Ma certo che ne ho ancora, mi ricordo. Non trovo le chiavi ma le avevo in tasca. Eppure l’avevo appoggiato un attimo qui, sono sicuro. Ecco, con la benzina è la stessa cosa, una sorta di maledizione della cattiva memoria e capita un po’ a tutti almeno una volta. Provate a scuotere la moto, sentite se il serbatoio fa il rumore giusto. 

…è partita? LAMPS!

- Autore Redazione

ADV e News che potrebbero interessarti: