Moto Guzzi V85 2018, la Dual di Mandello presto in concessionaria

La nuova Moto Guzzi V85 vedrà presto la luce. Dopo la presentazione del concept a Eicma 2017, la Casa di Mandello ha dichiarato che entro fine 2018 vedremo la moto in concessionario. Il motore, con configurazione classica Guzzi, eroga 80CV e servirà da base per nuovi modelli

Dopo Eicma 2017, quando abbiamo visto la versione Concept, Moto Guzzi ha annunciato che la V85 verrà presentata entro fine anno. È quindi lecito aspettarsi un importante passo in avanti, sia in termini di vendite -basta osservarla per capire che si tratta di un modello in grado di fare la differenza- che di tecnica. La nuova V85 servirà infatti a sviluppare una nuova gamma basata sul medesimo propulsore.

Moto Guzzi, grazie alla gamma V7 e ai V9 Bobber e Roamer, sta vivendo un momento particolarmente positivo della propria rinascita. Gli estimatori dell’iconico marchio dell’Aquila però chiedono, da tempo, proposte più articolate. Una sportiva, una dual e una viaggiatrice. Moto, insomma, che ricordino i fasti del passato anche in termini di utilizzo.

Lo Stornello, davvero azzeccato per quel che riguarda stile e filosofia, è troppo scrambler cittadino per poter affrontare viaggi e sterrati. Ecco, quindi, che la V85 potrebbe essere la giusta via di mezzo tra una moto prettamente cittadina ed una viaggiatrice pura com’era lo Stelvio.

Moto Guzzi V85, una dual per viaggiare in on/off

Moto Guzzi V85 frontale

Da dove iniziare? La Moto Guzzi V85 non lascia indifferenti, indipendentemente da dove la si voglia guardare. Il frontale, caratterizzato dal logo dell’Aquila impresso tra i fari a LED, sembra destinato a rimanere a lungo nei nostri garage e davvero poco dietro le vetrine dei concessionari.

Il manubrio ampio e disteso, insieme al cupolino, incitano a fare del turismo. La barra paramotore, la sella stretta ed i paramani invece -insieme ai parasteli della forcella- istigano al fuoristrada. Così come le gomme semi tassellate con cui è stata presentata ed il vistoso parafango equipaggiato all’anteriore.

La V85 è estremamente riuscita in termini stilistici anche grazie al telaio tubolare, verniciato di rosso in questa versione, e per via dello scarico inequivocabilmente vintage. Grande, semplice e simile a un prodotto aftermarket, con la fascia in fibra di carbonio a sostenerlo. Belli davvero anche i fianchetti, a restituire ancora una volta l’immagine di solidità strutturale alla moto.

Moto Guzzi V85 2018

La Moto Guzzi V85 monta un motore raffreddato ad aria (sarà ancora possibile con l’avvento dell’Euro 5?) da 80CV, cifra più che sufficiente a divertirsi in galoppate fuoristradistice -a patto che il peso lo consenta- e perfettamente in linea con la filosofia del viaggiatore guzzista.

Una moto come la V85 sarebbe in grado di avvicinare clientele diverse, dal nostalgico al neofita, passando anche per chi cerca la moto da città. Una proposta intelligente e concreta che con tutte le probabilità darà ragione a chi l’ha realizzata. Non ci resta che aspettare il prossimo Eicma per vedere se e quanto il modello di serie sarà cambiato rispetto a questo azzeccatissimo concept.

- Autore Redazione

ADV e News che potrebbero interessarti: